Serie B – 1ª andata

5 10 2008

Iseo – Castellanza
Moncalieri – Valenza
Trento – Gorizia
Trieste – Varese
Monfalcone – Como
Monza – Calligaris Corno
Riva del Garda – Novara

Annunci




La Calligaris cade a Trieste

9 09 2008

La Calligaris Corno di Rosazzo, senza Londero e Luszach, ha perso stasera in amichevole al palaTrieste per 80-70 (22-18, 43-36, 64-53) contro l’AcegasAps, orfana di Lenardon e Bocchini.
Questo il tabellino di Corno: Diviach 6, Budin 9, Meneghin 18, Vecchiet 10, Ogrisek 12, Piani 9, Piccini 6, Ganis, Cecutti.
Le parole di coach Andrea Beretta: “Noi siamo più indietro rispetto a loro. Trieste si è dimostrata più pronta negli scivolamenti difensivi, nel recupero delle palle vaganti e dei rimbalzi. Non abbiamo avuto una mentalità vincente, non sono soddisfatto. In futuro, voglio vedere più entusiasmo e più voglia di difendere“.
 

PROSSIMI IMPEGNI
Nel prossimo fine settimana, venerdì 12 e sabato 13 settembre, la Calligaris sarà impegnata a San Daniele del Friuli, presso il palazzetto dello sport “Falcone e Borsellino” con ingresso gratuito, nel I° memorial “Colutta e Conti” organizzato dalla locale società Libertas – Super Solar di serie C dilettanti.
Questo il programma delle partite:
semifinali: venerdì, alle 19.30, Super Solar San Daniele – Nuova pallacanestro Gorizia (serie B dilettanti) e, alle 21.15, Calligaris – Bor Trieste (serie C dilettanti);
finali: sabato, alle 18.30, 3°-4° posto e, alle 20.30, 1°-2° posto.

MASSIMO FONTANINI
Ufficio Stampa
CSB Corno di Rosazzo – Calligaris





Calligaris: Londero pensa positivo

7 09 2008

Allora David, sei pronto per ripartire dopo la promozione del giugno scorso?
«Non mi aspettavo una C1 così difficile. Abbiamo vinto mettendocela tutta, non c’era nulla di scontato. Il gruppo ha fatto la differenza e credo che anche in questa annata sarà un aspetto importante».
Anche in queste prime settimane di preparazione, si denota che siete un gruppo già molto affiatato.
«Ho sensazioni positive. E’ ovvio che il banco di prova sarà il campionato, soprattutto nei momenti negativi per vedere come reagiremo. La B dilettanti sarà per me una prima assoluta. Non so che campionato mi aspetta. Se non subiremo infortuni, il nostro lo faremo. Gli innesti di Budin, Ogrisek e Piani sono di assoluto valore».
Le prime uscite sono state confortanti.
«Nelle prime amichevoli abbiamo dato segnali migliori di quello che mi aspettavo. Forse è merito della preparazione intelligente che stiamo facendo, una preparazione misurata e precisa».

L’intervista completa è consultabile sul sito www.centrosediabasket.com

MASSIMO FONTANINI
Ufficio Stampa
CSB Corno di Rosazzo – Calligaris





Calligaris vince a Bor

5 09 2008

Nella seconda uscita ufficiale precampionato, la Calligaris Corno di Rosazzo ha battuto fuori casa per 76-106 (13-26, 28-43, 45-67) la Bor Radenska Trieste.
Il tabellino della Calligaris: Budin 23 punti, Luszach 12, Diviach 6, Meneghin 22, Ogrisek 16, Piani 9, Piccini 13, Ganis 5.
Le parole di coach Andrea Beretta: «Ho avuto a disposizione solo otto effettivi in quanto David Londero e Davide Vecchiet sono stati tenuti precauzionalmente a riposo. In attacco abbiamo fatto passi in avanti, applicando bene il contropiede e la transizione. In difesa, abbiamo avuto qualche battuta a vuoto, ma niente di preoccupante. Il migliore è stato Jan Budin, bravo su entrambi i lati del campo».

PROSSIMO IMPEGNO
La prossima amichevole precampionato della Calligaris è prevista per martedì prossimo alle 18 al palaTrieste del capoluogo regionale contro l’AcegasAps.
MASSIMO FONTANINI
Ufficio Stampa
CSB Corno di Rosazzo – Calligaris





Vernice Calligaris e le parole di Davide Vecchiet

31 08 2008

Martedì, alle 20, presso la palestra comunale di Corno di Rosazzo, la Calligaris affronterà il Basket Veneto Orientale nella sua prima uscita stagionale ufficiale, aperta ai tifosi (ingresso gratuito). «Sarà un buon test – dice coach Andrea Beretta – contro una buona squadra allenata da un ottimo allenatore come Giovanni Teso. Finora, abbiamo fatto solamente cinque allenamenti di tecnica, quattro d’attacco e uno di difesa. Quindi, siamo imballati dai tanti carichi atletici improntati principalmente sulla forza. Martedì non dovremo essere nervosi e preoccupati se commetteremo qualche errore».

Davide Vecchiet, dopo la promozione raggiunta nel giugno scorso, a ottobre sarà B dilettanti…
«La B2 l’ho già masticata nella stagione 1998/1999 in maglia Forze Armate, però la prossima B dilettanti non so che campionato sarà, gli anni passano per tutti. Ho una piccola idea, ma non mi sbilancio. Una valutazione per capire la forza delle avversarie si potrà fare solo dopo il girone d’andata. Il livello, comunque, s’è alzato a causa delle normative che prevedono tanti under in A che obbligano molti veterani forti a scendere di categoria».
La parola Calligaris che cosa significa per te?
«Serietà, competenza e passione. Non sono dichiarazioni di facciata, ma è la verità. Alle nostre spalle c’è una società che sia sotto il profilo organizzativo sia sotto il profilo umano è sempre pronta a risolvere ogni problema. Come tutte le società chiede e pretende, ma viene ricompensata con piacere. Tutto quello che la società mi ha promesso l’ho sempre avuto. Sono solo sensazioni positive».
Che aria si respira nello spogliatoio?
«Lo scorso anno, l’amalgama che si era creata tra noi è stato un fattore importante per la promozione. Anche in questa stagione sarà un altro punto di forza. Non ci sono stati e non penso ci saranno problemi fra di noi. I nuovi arrivati, che già conoscevo, credo siano stati scelti anche per le loro doti umane».
A proposito, un pensiero su Budin, Ogrisek e Piani?
«Budin ha mezzi atletici e tecnici straordinari, credo sia ancora un lusso per la categoria. Ogrisek è una garanzia, un pivot di peso che si fa sentire in mezzo l’area. Piani, infine, è un giovane che ha i numeri per incidere in questo campionato e credo che il gioco di coach Beretta gli si addica».

 

L’intervista completa è a disposizione sul sito www.centrosediabasket.com
 
MASSIMO FONTANINI
Ufficio Stampa
CSB Corno di Rosazzo – Calligaris





Calligaris: le parole di Sergio Luszach

24 08 2008

Capitan Sergio Luszach è rimasto al suo posto in vista della prossima stagione.
«Mi hanno cercato in molti, ma anche se l’impegno per la B dilettanti è maggiore non mi muovo. Ho parlato con Beretta che mi ha detto di volermi tenere ancora. Lo ringrazio di ciò. L’anno dopo la promozione, però, ha sempre il suo fascino ed è bello giocarlo. Siamo rimasti quasi tutti dalla passata stagione, siamo un gruppo grandioso a cui si sono aggiunti tre ragazzi positivi. Siamo un gruppo di persone mature, c’è tanta esperienza, sappiamo stare assieme, lo si è visto già dal primo giorno di preparazione».
I tuoi obiettivi per la nuova stagione?
«Teniamo i piedi per terra per cercare di dare il massimo. Gli avversari sono buoni. Parlerà il campo, il giudice supremo».
La parola Calligaris cosa ti fa venire in mente?
«Due promozioni, nel 2004 e nel 2008, e una retrocessione, nel 2007. Emozioni uniche, irripetibili, nel bene e nel male, anche se come sorrisi siamo messi meglio, 2 a 1».
Emozioni regalate pure ai tifosi…
«Sono uno zoccolo duro, ormai sono diventati nostri amici. Mi ha riempito il cuore quando a Vicenza, alla fine di gara 3, i tifosi più affezionati mi si sono avvicinati dicendomi che erano contenti per come avevo giocato la serie finale. Erano quasi più felici loro di me per quanto avevo fatto. Sono rimasto anche per loro, per il loro affetto».
L’intervista integrale è consultabile sul sito www.centrosediabasket.com





Comunicato stampa: parla Andrea Meneghin della Calligaris Corno

11 08 2008

Allora “Menego”, sei pronto a rituffarti nella nuova stagione?
«Assolutamente. Da una decina di giorni a questa parte, ho ripreso ad allenarmi facendo pesi e corsa, le solite cose di routine. Il tutto per alleviare l‘impatto delle mie ginocchia con la preparazione».
Che idea ti sei fatto della Calligaris 2008/2009?
«Sono fiducioso. Al telaio che nella scorsa stagione ha dato enorme affidabilità sono stati aggiunti tre giocatori di valore. Credo che, anche se non giovanissimi, saremo una formazione solida».
A proposito di nuovi, conosci Budin, Ogrisek e Piani?
«Non li conosco personalmente, ma sul campo, in tutti gli anni in cui abbiamo giocato da avversari, hanno dimostrato di essere ottimi elementi. Sarà un piacere essere al loro fianco. Ci sarà la mia totale disponibilità per il bene di Corno di Rosazzo».
Quali sono gli obiettivi?
«Intanto cominciamo la stagione, poi vedremo cammin facendo. La base di ripartenza è solida, l‘allenatore è preciso, dei nuovi arrivi ho già parlato. Ad oggi è impossibile fare pronostici, di sicuro io scendo sempre in campo per vincere».
Hai dato un’occhiata alle altre formazioni del girone?
«Si, ma tante squadre si stanno ancora formando e quindi bisognerà attendere ancora un po‘ prima di stilare una possibile graduatoria».

MASSIMO FONTANINI
Ufficio Stampa
A.S.D. Centro Sedia Basket Corno di Rosazzo – Calligaris